venerdì 31 agosto 2007

L'ipocrisia nel mondo del calcio

Martedì 29 Agosto è morto Antonio Puerta, 22enne difensore del Siviglia colpito da vari arresti cardiaci durante la partita di campionato contro il Getafe.
E' stata subito rinviata a lunedì la partita con l'aek atene che si doveva disputare mercoledì 30.Quello che purtroppo fa arrabbiare è il fatto che la partita che si sta giocando ora, mentre sono a scrivere, Siviglia-Milan, non andava giocata.E' un'assurdita, una scemenza, un altro gesto ipocrito del mondo "antisportivo" del calcio.Come è possibile mettere in secondo piano la morte di un giocatore ad una partita di calcio?Quella di mercoledì si sposta, questa no.Ma allora dove sta il gesto di dispiacere per la morte di un futuro padre?I soldi, gli interessi della gente di alto rango non si fermano per la morte di nessuno.E' inutile che poi questa gente, dopo aver finito il suo match al casino, viene a vedere la partita, ammutolisce al minuto di silezio e fa la faccia, solo quella, dispiaciuta e sconfortata per tutta la sera.
E' inutile tirare fuori le solite frasi "in onore di" o "vinciamo per lui".Sono scuse e basta.Se veramente ci tenevano non la giocavano la partita.Ma come fai a spostare la partita che si gioca a Montecarlo, che già da qui la dice lunga su quanto interessino i 90 minuti.A Montecarlo non sanno nemmeno di che colore è il pallone, la gente del posto è sempre a giro per il mondo, non interessa loro vedere 22 uomini chegirano dietro a una palla.
Io, per protesta, non la guardo, sennò dopo questo discorso mi mescolerei alla banda di ipocriti che ho appena descritto.

Spero che non sia il solo.

Mentre leggo di Puerta ho scoperto un 'altro fatto tristissimo.Mentre la Spagna piange Antonio Puerta in Israele un altro calciatore muore su un campo di calcio. Si tratta di Chaswe Nsofwa, giocatore zambiano.Adesso voglio vedere se le tv parlano anche di lui, ma ne dubito vedendo la sua nazionalità.Io li considero uguali e degni entrambi di essere ricordati così, accanto come lo sono adesso per il loro triste destino.


7 alzate di mano:

Seppe-sai ha detto...

Lo si sà, è così. Gli interessi di chi compra il calcio sono più importanti di chi muore giocando per lui.
E' un po' come gocare a scacchi...una pedina in più o una in meno non importa....

a meno che non sia il Re...
(e qui abbiamo capito).

Che mondo....

Antonio Candeliere ha detto...

Ti ho linkato. Grazie per la visita. Condivido il progetto.

Antonio Candeliere ha detto...

http://storiadiierioggidomani.blogspot.com/

nuNce ha detto...

Ti ho aggiunto...

Alzata con pugno ha detto...

E' che non mi piace linkare solo per linkare, e non i interessa il ranke del mio blog personale. Non t'offendere :) ciao

Seppe-sai ha detto...

Ho fatto quello ke mi hai chiesto.

perlinavichinga ha detto...

da un pezzo ormai ho deciso di non guardare le partite di calcio, a parte quelle importanti della mia nazionale.
è un mondo che cozza troppo con il mio...

per quanto riguarda l'iniziativa sui link, non sono molto d'accordo. questo perché ho piacere a linkare qualcuno che ho imparato un po' a conoscere, con il quale ci sia stato qualche scambio precedente. linkare qualcuno che non mi ha mai scritto e farmi linkare da lui, solo per salire in qualche classifica non è qualcosa che mi interessa.